Home ITA » Curia Vescovile » Ufficio comunicazioni sociali » Comunicati Stampa » Archivio » 2018 » 31 dicembre: un Capodanno diverso nel Seminario di Bressanone 

31 dicembre: un Capodanno diverso nel Seminario di Bressanone   versione testuale

Un Capodanno riservato a tutti i giovani, con riflessioni e dialoghi sulla fede ma ovviamente anche momenti conviviali: è l’insolita proposta del Seminario maggiore di Bressanone per la serata del 31 dicembre, da trascorrere assieme aspettando il 2019. Ad accompagnare gli interessati sono il rettore del Seminario, Markus Moling, e il segretario del vescovo, Michael Horrer.
 
Il settore per la pastorale giovanile della diocesi di Bolzano-Bressanone ha organizzato, assieme al settore per la pastorale vocazionale, una serie di incontri per i giovani -  aperti a tutti – sul tema della fede dal titolo “Maranatha: Signore, fa‘ che io veda“. Sono momenti di riflessione, dialogo e ovviamente anche conviviali. Il progetto è curato da un gruppo di lavoro formato da sacerdoti, diaconi e assistenti pastorali.
 
L’appuntamento decisamente più insolito è quello di lunedì 31 dicembre nel Seminario maggiore di Bressanone, che propone un Capodanno diverso: dalle 22.30 i giovani partecipanti potranno attendere il 2019 tra riflessioni, letture, scambio di esperienze e festa. A fare gli onori di casa sono il rettore del Seminario Markus Moling e il segretario del vescovo Michael Horrer. C’è anche la possibilità di pernottare nel Seminario: chi volesse è invitato a portare con sé un sacco a pelo.