Home ITA » Prima pagina » TOP » Dalla Corsica all’Islanda, passando per Roma, Fatima e Lourdes 

Dalla Corsica all’Islanda, passando per Roma, Fatima e Lourdes   versione testuale

Ecco il programma 2019 dell’Ufficio diocesano pellegrinaggi

Venti le mete inserite dall’Ufficio diocesano pellegrinaggi nel programma 2019. Si parte, a marzo, da Assisi e Gubbio per concludere l’anno con i canti d’Avvento a Salisburgo. In programma anche pellegrinaggi in Corsica, Islanda, Normandia, Georgia, Fatima e in Terra Santa. Tre le proposte per chi ama camminare: Santiago di Compostela, da San Candido a Oies e dalla valle dell’Adige a S. Romedio. A fine maggio, in occasione del 140° anniversario della morte di s. Bernadette Soubirous, pellegrinaggio a Lourdes con il vescovo Ivo Muser.
  
“Anche quest’anno l’Ufficio diocesano pellegrinaggi propone una serie di pellegrinaggi e di viaggi che ci auguriamo possano suscitare grande interesse”, spiega il direttore don Thomas Stürz. Tra le mete ci sarà anche la Corsica, isola del Mediterraneo caratterizzata dalla sua antica storia, dalla sua cultura e da una lunga tradizione cristiana. Il mese di giugno sarà dedicato alla visita delle cattedrali imperiali tedesche, che non sono solo preziose opere architettoniche ma anche importanti luoghi di fede, e alle cattedrali inglesi, che offriranno ai pellegrini l’occasione per confrontarsi anche con la chiesa anglicana.
 
“Dal momento che i Paesi dell’Europa settentrionale riscuotono sempre grande interesse, dopo i viaggi organizzati negli anni scorsi nel nord della Norvegia e negli Stati baltici, quest’anno è stato inserito nel programma un pellegrinaggio in Islanda – prosegue il direttore dell’Ufficio diocesano pellegrinaggi -. Conosciuta principalmente per le sue bellezze naturali, quest’isola ospita anche chiese meravigliose e, tra queste, anche la più piccola cattedrale del mondo, che non mancheremo di visitare”.
 
In occasione del 140° anniversario della morte di s. Bernadette Soubirous, è in programma per fine maggio il pellegrinaggio diocesano al santuario mariano di Lourdes, in Francia, con il vescovo Ivo Muser.
Tre le proposte per i pellegrini che amano camminare: un pellegrinaggio a piedi di 140 chilometri a Santiago di Compostela e due pellegrinaggi più corti, uno da San Candido a Oies e l’altro dalla valle dell’Adige a S. Romedio.
 
Avrà uno spiccato carattere biblico il pellegrinaggio che avrà come meta la Grecia, dove ci si concentrerà in particolare su s. Paolo, l’apostolo delle genti, e sulla sua predicazione in questa regione.
Tra le proposte spiccano anche i pellegrinaggi in Normandia o Georgia. E poi ci sono mete tradizionali quali Roma, Assisi, Fatima e la Terra Santa.
Il programma 2019 dell’Ufficio diocesano pellegrinaggi si concluderà in dicembre con i canti d’Avvento a Salisburgo. “Un appuntamento – commenta don Thomas Stürz - che non è solo musica e tradizione, ma che è capace di toccare l’animo delle migliaia di persone che ogni anno richiama nella cittadina austriaca”.
 
Per maggiori informazioni ci si può rivolgere a: Ufficio diocesano pellegrinaggi, piazza Duomo 2, 39100 Bolzano; tel. 0471 306222; e-mail pilgerbuero@bz-bx.net.