Home ITA » Prima pagina » TOP » Lettera ai giovani della nostra Diocesi 

Lettera ai giovani della nostra Diocesi   versione testuale

In vista del Sinodo dei vescovi sui giovani del prossimo ottobre, quest’anno monsignor Ivo Muser ha scritto una Lettera ai giovani della nostra Diocesi anziché la tradizionale lettera pastorale per la quaresima. Il vescovo ha presentato la sua lettera oggi (7 marzo) a Bolzano. Il testo è accompagnato da alcuni videoclip, dal vescovo anche spunti per approfondire i contenuti della lettera. Web: www.bz-bx.net/letterapastoralegiovani
 
Ai giovani dico(estratti della lettera del vescovo ai giovani)
Mi colpisce la gioia con la quale affrontate la vita, così come il vostro profondo desiderio di trovare risposte alle domande che inquietano l’esistenza e l’urgenza di trovare un senso alla vita. Oggi più che mai essere giovani significa camminare su una slackline perché molte sono le difficoltà, i dubbi e le vertiginose contraddizioni tra le quali dovete apprendere l’arte di camminare in equilibrio avendo ben chiara la meta. Tante sono le domande che rischiano di paralizzarvi: la vita, una famiglia, un lavoro. Se ampliamo lo sguardo per guardare il mondo intero proviamo, a volte, un senso di disperazione: uomini, donne, bambini vivono in situazioni di dolore e di necessità indicibili.

Speranza & coraggio
Però ho percepito anche il vostro profondo desiderio e la vostra decisa volontà che vi spingono a desiderare un cambiamento, a desiderare un mondo migliore. Ciò mi riempie di speranza e per questo vi dico: Abbiate coraggio! Osate! Siate voi la chiave del cambiamento! Non concedete spazio nel vostro cuore alla disperazione, non permettete che la rassegnazione abbia in voi il sopravvento.

Dignità umana
Quando vi chiedete a che cosa potete orientarvi e cosa è veramente importante, affidatevi alla vostra sensibilità per la dignità umana, al vostro desiderio di relazioni “riuscite”, di amicizie vere. La libertà ci spinge ad assumere responsabilità. Significa “farsi un’opinione” e scegliere di mettere in pratica ciò che si è riconosciuto come buono e giusto, affinché il mondo di domani sia un pochino migliore e abbia un volto più umano. Anche se talvolta non sembra: ognuno di voi può dar vita a qualcosa di unico.

Solidarietá
Volgersi verso gli altri ed essere solidali con loro nel bisogno è la risposta a tutto ciò che nella nostra vita abbiamo ricevuto di gratuito ed impagabile. Quest’attenzione deve estendersi a tutte le persone che si trovano in necessità e hanno bisogno del nostro aiuto, perché è così che si esprime il profondo rispetto per la dignità della vita umana. Vedere che molti di voi sono disposti a condividere e aiutare, mi riempie di speranza e gratitudine. Non pochi di voi offrono tempo ed energie per stare accanto a coloro che si trovano in situazioni di necessità, sia all’interno di associazioni che di organizzazioni umanitarie, in occasione di iniziative di solidarietà.

Iniziativa personale & bene comune
Non accontentatevi di attendere che siano i governanti o coloro che detengono il potere a risolvere i problemi, ma approfittate delle occasioni che vi si presentano oggi! Con il vostro comportamento, potete favorire uno sviluppo economico equo e degne condizioni di vita, che assicurino un futuro non solo a noi, ma anche alle generazioni a venire. Vivendo così non realizzate soltanto voi stessi, ma date una forma cristiana alla società e al mondo. Il fatto che siate pronti a rispondere a questa chiamata riempie me stesso – e con me tanta gente – di gioia e gratitudine profonda e di speranza per il futuro del mondo e della Chiesa!