visualizzare il contenuto principale
Pellegrinaggi

Cipro

25.04. - 30.04.2022 | Guida: Mag. Thomas Stürz

 

S. Paolo, l’apostolo delle genti, giunse attorno al 47 d.C. l’isola di Cipro, dove annunciò il Vangelo. Al capitolo 13 degli Atti degli Apostoli si racconta che Paolo e i suoi discepoli avevano annunciato “la parola di Dio nelle sinagoghe dei Giudei”. Viene detto, inoltre, che durante la loro predicazione, avevano attraversato l’intera isola e a quanti avevano incontrato avevano parlato di Gesù Cristo. Il monastero di S. Barnaba ci ricorda ancora oggi questi avvenimenti.

Questo riferimento biblico da solo giustifica un pellegrinaggio nell’”isola divisa”. Ma non è tutto. È interessante anche la visita di altre importanti chiese che rappresentano il gruppo cristiano più forte presente sull’isola. Nel nord, occupato dalla Turchia, i pellegrini potranno incontrare anche il mondo musulmano.

Interessante è anche la situazione politica: a sud c’è la Repubblica di Cipro, a nord la Repubblica Turca di Cipro Nord. Le basi britanniche di Akrotiri e di Dekelia sono enclave che – in base al diritto internazionale – sono territori britannici d’oltremare e sono sotto la giurisdizione del Regno Unito. Dal 2004 l’isola è membro de iure (per legge) dell’Unione Europea.

 

Ulteriori informazioni e iscrizioni

Programma dettagliato

PDF da scaricare