visualizzare il contenuto principale

Il team pastorale nella parrocchia

Per proseguire l'attuazione del Sinodo, abbiamo deciso, in seguito a consultazione degli organi diocesani, di introdurre gradualmente i team pastorali in tutte le parrocchie della diocesi. Continua così lo sviluppo iniziato dopo il Concilio con l'introduzione dei Consigli pastorali parrocchiali. Si affina in questo modo la missione dei Consigli pastorali parrocchiali, conferendo ad un gruppo di persone al loro interno una maggiore corresponsabilità nella cura della parrocchia.

Vecovo Ivo Muser

Vinzentinum, Bressanone, 21 settembre 2019 - Convegno pastorale 2019

Gesù Cristo conduce la sua Chiesa ad un futuro di speranza. In questo nostro tempo, caratterizzato da molti cambiamenti, i cristiani sono chiamati, in virtù del battesimo, ad assumere responsabilità nella Chiesa e a far sì che la Parola di Dio sia annunciata nella liturgia e nella vita, e porti frutti di carità. I segni dei tempi c’invitano a scoprire un nuovo modo di sentire e vivere la Chiesa, che si ritrova attraversata da cambiamenti profondi di cui desideriamo essere partecipi. La comune responsabilità di presbiteri e laici nel sostenere la vita della Chiesa trova particolare espressione nella guida delle parrocchie. A partire dalla pubblicazione del regolamento diocesano per incaricati parrocchiali e responsabili parrocchiali (FDBB 2002, 308-312) sono state compiute in quest’ambito esperienze preziose. Il Sinodo diocesano (nr. 395) ha confermato la via intrapresa. Nel settembre 2019 sono state approvate ad experimentum le linee guida riguardanti i team pastorali nelle parrocchie (FDBB 2019, 225-227). Le presenti linee guida unificano e sostituiscono i testi nominati, adattandoli alle esigenze attuali. Esse sono da intendersi approvate ad experimentum, e verranno sottoposte a valutazione entro maggio 2026.

Disposizioni generali

  1. S’introducono gradualmente i Team pastorali in tutte le parrocchie della diocesi di Bolzano-Bressanone. S’intende con ciò rendere possibile e sostenibile l’esercizio del ministero presbiterale nella pastorale parrocchiale, in un periodo in cui il progressivo venire a mancare degli stessi si fa particolarmente sentire. Allo stesso modo, si vuole rafforzare la collaborazione nella guida delle parrocchie. Tramite i Team pastorali s’intende sottolineare la responsabilità comune di tutti i battezzati nella Chiesa e rendere tangibile tale responsabilità nella vita quotidiana delle parrocchie.
  2. Il Team pastorale è un gruppo di persone incaricate che, sotto la guida del parroco, collaborano nella cura pastorale della parrocchia.

Composizione del Team pastorale

  1. Il Team pastorale si compone di 3-5 membri che in qualità di incaricati assumono la cura dei seguenti ambiti: dell’annuncio, della liturgia, della carità e dell’amministrazione, nonché del coordinamento del Team pastorale stesso.
  2. Il Team pastorale viene eletto insieme dal Consiglio pastorale parrocchiale e dal Consiglio per gli affari economici e fa le funzioni della giunta esecutiva del Consiglio pastorale parrocchiale. In parrocchie multilingui si presti attenzione affinché ciascun gruppo linguistico abbia un’adeguata rappresentanza nel Team pastorale.
  3. Con il consenso dell’Ufficio pastorale diocesano, in parrocchie più piccole il Consiglio pastorale parrocchiale stesso può assumere le funzioni del Team pastorale. In tal caso gli incarichi previsti dal punto 3 del presente testo devono essere con chiarezza assegnati a persone definite.
  4. I membri del Team pastorale possono anche essere cooptati dal di fuori del Consiglio pastorale parrocchiale eletto; in tal caso essi sono d’ufficio membri dello stesso.
  5. Il/la presidente del Consiglio pastorale parrocchiale coordina il Team pastorale.
  6. Il Team pastorale così composto viene confermato dal parroco, agisce su suo mandato e viene da lui introdotto negli incarichi di competenza. I nominativi dei membri del Team pastorale, le loro funzioni e la dichiarazione riguardante i rispettivi ambiti di competenza devono essere immediatamente trasmessi all’Ufficio pastorale tramite il modulo adibito allo scopo.
  7. La durata del mandato del Team pastorale corrisponde a quella del Consiglio pastorale parrocchiale e termina con l’atto d’incarico del Team pastorale susseguente. Si presti attenzione affinché nuovi membri siano di volta in volta coinvolti a far parte del Team pastorale.
  8. Se un membro depone l’incarico, il Team pastorale stesso ne assume i compiti finché non venga designato un nuovo membro (cfr. punti 4-9).
  9. Se nell’unità pastorale o in alcune parrocchie di essa fosse presente un assistente pastorale, questi accompagna e coadiuva i Team pastorali nelle singole parrocchie in base alle sue mansioni come da contratto, prendendo parte alle singole sedute secondo necessità, senza avere facoltà di voto.

Compiti e modalità di lavoro del Team pastorale

  1. Il Team pastorale collabora, sotto la guida del parroco, all’attività pastorale e all’ordinaria amministrazione. Ciascun membro del Team pastorale coordina, coadiuva e accompagna le persone che svolgono attività riconducibili al suo ambito di competenza. Assieme a loro contribuisce a sviluppare tali attività, al fine di coinvolgere in esse quante più persone possibili.
  2. Il team pastorale s’incarica dell’attuazione delle risoluzioni del Consiglio pastorale parrocchiale. Il Consiglio pastorale parrocchiale coadiuva e consiglia il Team pastorale nell’esercizio delle sue funzioni.
  3. I membri del Team pastorale sono gli interlocutori di riferimento dei gruppi di lavoro del Consiglio pastorale parrocchiale attivi nei loro ambiti di competenza. Favoriscono inoltre il reciproco scambio fra i gruppi di lavoro e ne garantiscono il collegamento con il Consiglio pastorale parrocchiale.
  4. Il Team pastorale si ritrova a cadenza regolare per scambiare informazioni rilevanti e coordinare le attività imminenti. Le sedute possono svolgersi anche in assenza del parroco, a patto che l’ordine del giorno sia stato con lui concordato in precedenza ed egli sia posto quanto prima al corrente delle decisioni prese.
  5. La crescita spirituale e l’approfondimento della fede abbiano un valore centrale nel Team pastorale. Ogni riunione dello stesso dovrebbe essere aperta con un momento di meditazione della Sacra Scrittura, ad esempio del passo del Vangelo della domenica precedente o successiva, e con una preghiera per i bisogni della comunità parrocchiale.
  6. Se si rende necessaria una votazione, essa si effettua a maggioranza semplice.
  7. Il/la presidente del Consiglio pastorale parrocchiale, in qualità responsabile del coordinamento del team pastorale, è anche, assieme al parroco, la persona di riferimento per le questioni che riguardano la parrocchia. Entrambi vengono invitati alle sedute della corrispondente conferenza decanale e ad eventuali convegni riguardanti la cura pastorale.
  8. I membri dei team pastorali intrattengono un rapporto di collaborazione reciproca a livello di unità pastorale. Sono inoltre in costante contatto con gli uffici diocesani competenti, dai quali ottengono consigli e sostegno.

Il team pastorale e l’incaricato parrocchiale

  1. Se in una parrocchia «per la scarsità di sacerdoti non fosse possibile nominare un parroco né un amministratore parrocchiale che possa assumerne la cura pastorale a tempo pieno»[1], il vescovo affida una partecipazione all’esercizio di tale cura ad un team pastorale, in accordo con il canone 517 § 2 (CIC 1983) e lo istituisce con decreto su proposta dell’incaricato parrocchiale (vedi sotto), del Consiglio pastorale parrocchiale e del Consiglio per gli affari economici, non prima che la dichiarazione relativa ai rispettivi ambiti di competenza venga esaminata ed approvata dal vicario generale. Nell’esercizio delle sue funzioni il team pastorale è pertanto responsabile di fronte al Vescovo e all’incaricato parrocchiale.
  2. Alla parrocchia corrispondente viene assegnato un sacerdote in qualità di “incaricato parrocchiale”, nominato dal vescovo diocesano. In tali parrocchie, l’ufficio di parroco rimane vacante.
  3. L’incaricato parrocchiale, avente la potestà e la facoltà di parroco, svolge la funzione di moderatore della cura pastorale. A lui competono quei compiti e facoltà il cui esercizio è connesso con il carattere sacerdotale (in particolare la presidenza delle celebrazioni eucaristiche e l’amministrazione dei sacramenti). Oltre a ciò sono di sua competenza la celebrazione delle esequie, le benedizioni pubbliche, la concessione di dispense che competono ad un parroco (cann. 1079, 1196, 1203, 1245) nonché la cura spirituale della comunità parrocchiale e dei collaboratori e delle collaboratrici.
  4. L’incaricato parrocchiale esercita il suo servizio a tempo parziale. Non è tenuto all’obbligo di residenza (can. 533 § 1), è però tenuto all’obbligo di applicare le SS. Messe domenicali e festive (can. 534).
  5. Secondo le disposizioni della Conferenza Episcopale Italiana del 1° aprile 1992, art. 84, § 4 (Istruzione in materia amministrativa), l’incaricato parrocchiale viene iscritto, se in possesso della cittadinanza italiana, nel registro delle persone giuridiche in quanto rappresentante legale della parrocchia.

 

Approvato ad experimentum la Domenica di Pentecoste, 23.05.2021

Prot. Nr. 2021/272

 

+Ivo Muser, Vescovo

 

[1] Istruzione “La conversione pastorale della comunità parrocchiale al servizio della missione evangelizzatrice della Chiesa” a cura della Congregazione per il Clero, 20.07.2020

Cos'è un team pastorale?

Un team pastorale è un gruppo di volontari in parrocchia che, sulla base di un incarico ufficiale e sotto la guida del parroco, contribuiscono a realizzare la vita parrocchiale. Esso è composto da 3-5 membri, tra i quali sono distribuiti i seguenti ambiti: annuncio, liturgia, carità e amministrazione, nonché la coordinazione del team stesso. In quelle parrocchie in cui l’ufficio di parroco è vacante, e di cui un incaricato parrocchiale assume la cura pastorale, i membri del team pastorale sono nominati dal vescovo diocesano. Il presidente del consiglio parrocchiale è responsabile del coordinamento del team.

 

Il team pastorale è dunque un nuovo organo parrocchiale?

No. È desiderio del vescovo che non si creino nuovi organi parrocchiali. Nelle parrocchie più piccole, gli ambiti menzionati (annuncio, liturgia, carità e amministrazione) sono assegnati all’interno consiglio parrocchiale esistente. Nelle parrocchie più grandi, il team pastorale sostituisce la giunta del Consiglio pastorale parrocchiale.

 

Accettare un incarico significa...

...porsi a disposizione della comunità parrocchiale. Gli incaricati sono il punto di riferimento più immediato per i parrocchiani e sono informati su ciò che accade nel loro ambito di competenza. Essi vengono presentati ufficialmente alla comunità parrocchiale durante una funzione religiosa e confermati nel loro servizio. Per essi, la diocesi ha elaborato un particolare percorso di formazione.

 

Il team pastorale ci convince... qual è il prossimo passo?

L’Ufficio pastorale considera uno dei suoi compiti più importanti l’aiutarvi in questo cammino e l’accompagnarvi passo dopo passo. Se avete delle domande o il desiderio di formare un team pastorale nella vostra parrocchia, rivolgetevi per favore al contatto sotto indicato.

Giuseppe Ganarini
Responsabile parrocchie e comunità | Segreteria del vescovo
Piazza Duomo 2
I-39100 Bolzano

Tel. +39 0471 306 214
E-Mail giuseppe.ganarini@bz-bx.net

Otri nuovi per vino nuovo?

Venerdì 5 febbraio si è tenuto un convegno dal tema: "TEAM PASTORALI - otri nuovi per vino nuovo?", organizzato dall'Accademia Cusano in collaborazione con l'Ufficio Pastorale della Diocesi di Bolzano-Bressanone.

Prof. Alexander Notdurfter: In Zukunft leiten

Überlegungen zur Bedeutung von Pastoralteams in Pfarrgemeinden.

Don Flavio Marchesini: I laici nel popolo di Dio

L'esperienza dei gruppi ministeriali nella diocesi di Vicenza.

Reinhard Demetz: Otri nuovi per vino nuovo

Introduzione. Con un riassunto conclusivo in lingua italiana.

Gabriele Eder-Cakl: Seelsorgeteams in der Diözese Linz

Als Team Pfarrgemeinde leiten: Pfarrgemeindliche Leitungsmodelle.