visualizzare il contenuto principale

Eucaristia

Nelle celebrazioni liturgiche celebriamo la nostra fede in Dio. La forma più alta di celebraziona liturgica è la Santa Messa domenicale. Come comunità di credenti celebriamo insieme la nostra fede e rendiamo grazie a Dio per tutto quello che ci dona e in particolare per Gesù Cristo. Nel pane e nel vino Egli ci dona la Sua vita ed è in mezzo a noi.

Nella Santa Messa veniamo quindi rafforzati per la nostra vita quotidiana e celebriamo la vita.  Per questo motivo la Santa Messa è fonte e culmine della nostra vita cristiana.

Catechesi dell'Eucaristia - Preparazione alla Prima Comunione

Il Concilio Vaticano Secondo sottolinea che i sacramenti intensificano la fede e sono momenti particolari che la rendono visibile.

Per questo motivo c'è bisogno di introdurre, accompagnare le persone anche nell'approfondimento della fede.

La preparazione alla prima comunione introduce i bambini nella comunione con Gesù Cristo e con la chiesa.

Attraverso la preparazione alla prima comunione e anche nel post-comunione:

  • si parla in modo adatto ai bambini di alcuni temi della fede cristiana,
  • si leggono brani della Bibbia e quindi si mette la Sacra Scrittura al centro,
  • si valorizza l'importanza della partecipazione alla Santa Messa, soprattutto a quella domenicale.

Le visioni e i provvedimenti del Sinodo Diocesano 2013-2015

Premessa nr. 238: 
Questa fiducia di essere sostenuti da Dio si rispecchia in modo concreto nella celebrazione dei sacramenti, così come la celebrazione stessa è conferma e certezza della presenza di Dio. Questo rafforza, risana e arricchisce la vita di coloro che ricevono i sacramenti, nella cui celebrazione è sperimentabile anche il senso di comunione che sostiene le persone nella vita quotidiana e la gioia visibile dei fedeli che ad essi orientano la propria vita. Entrambe - la celebrazione dei sacramenti  e la vita che ne deriva - sono streattamenete collegate. Perciò anche la preparazione ai sacramenti è inserita nella vita quotidiana di tutte le persone dela parrocchia.

vedi anche il provvedimento nr.  371:

I sacramenti di iniziazione vengono celebrati in presenza della comunità parrocchiale.

e il provvedimento nr. 392:
L'introduzione ai sacramenti è inserita nella vita quotidiana delle famiglie e della comunità parrocchiale
Ogni unità pastorale o parrocchia crea un gruppo di lavoro per l'organizzazione, la preparazione, la celebrazione e la verifica dei sacramenti di iniziazione. Le associazioni e i movimenti ecclesiali vengono coinvolti in modo corresponsabile.

e anche il provvedimento nr. 433:
L'introduzione ai sacramenti è inserita nella vita quotidiana delle famiglie e della comunità parrocchiale.
Vengono promossi riti e tradizioni religiose nell'ambito familiare, per favorie l'avvicinamento ai sacramenti e rendere la famiglia sperimentabile come Chiesa domestica.

Visione nr. 239:
I sacramenti rappresentano momenti speciali di incontro con Cristo. Sono eventi in cui si esprime la profondità della relazione d'amore tra Dio e il suo popolo. In essi inoltre si pregusta e si manifesta il fine a cui tende la vita di ogni credente così come l'intera storia della salvezza. Perciò è di grande importanza per tutti che i sacramenti vengano preparati e organizzati con cura, rendendo le celebrazioni momenti speciali. A tal fine tutti partecipano con le proprie capacità e i propri carismi: donne e uomini, bambini e giovani, adulti e anziani si sentono coinvolti, ben accetti e accolti.

vedi il provvedimento nr. 367:
Viviamo i sacramenti.
La parrocchia garantisce un accompagnamento regolare a genitori, bambini e giovani, che faccia crescere il desiderio di ricevere i sacramenti.

e il provvedimento nr. 370:
Facciamo scoprire i sacramenti come particolari momenti di incontro con Cristo e la sua Chiesa.
La preparazione e la celebrazione dei vari sacramenti prende spunto dai testi della Sacra Scrittura. Al centro vi è il sacramento stesso.

e il provvedimento nr. 393:
La catechesi sacramentale trova ampio spazio come parte integrante della catechesi in generale.
In ogni unità pastorale o parrocchia vengono formati e operano catechisti e collaboratori della catechesi. Essi vengono accompagnati nel loro servizio affinchè vi sia una buona preparazione ai sacramenti e un necessario momento di verifica.

Visione nr. 240:
I genitori, ovvero, le candidate e i candidati scelgono consapevolmentedi ricevere i sacramenti dell'iniziazione cristiana, cioè il battesimo, la cresima e l'eucaristia, che sono espressione di vita cristiana. La parrocchia e la Diocesi accompagnano prima e dopo aver ricevuto i sacramenti, coinvolgendo anche le madrine e i padrini nella preparazione e nell'accompagnamento. La celebrazione dei sacramenti dell'iniziazione cristiana avviene in presenza della comunità.

vedi provvedimento nr. 368:
Promuoviamo una scelta consapevole dei candidati per i sacramenti dell'iniziazione cristiana.
Adulti, giovani, come anche i bambini con i loro genitori, si iscrivono ai sacramenti di iniziazione nell'ambito di un colloquio personale.

 

Visione nr. 243:
Il sacramento dell'eucaristia è fonte e origine della vita cristiana, è ancorato nella vita ed esprime l'amore di Dio. L'eucaristia è celebrata in una forma e con un linguaggio comprensibili per le persone. 

provvedimento nr. 374
Nella celebrazione della prima Comunione si dà priorità ai contenuti e viene mantenuto di conseguenza uno stile equilibrato.
Nella preparazione si pone attenzione alla centralità del messaggio teologico e ad una festa organizzata secondo criteri di sobrietà.

Visione nr. 244:
La preparazione alla prima Comunione non è più legata alle annate scolastiche. I bambini e i giovani si iscrivono assieme ai loro genitori alla preparazione al sacramento offerta dalla parrocchia o dalla comunità incaricata, condividendo la responsabilità con i genitori.

provvedimento nr. 373
L'accompagnamento personale per raggiungere una piena partecipazione alla celebrazione eucaristisca viene favorito formando i gruppi di catechesi a prescindere dalla classe scolastica.
Tutte le informazioni relative alla catechesi, le date di iscrizione, gli appuntamenti ecc. vengono pubblicati dai media parrocchiali. I bambini, a partire dai sette anni, vengono preparati in modo specifico dai genitori e dalla comunità parrocchiale alla piena partecipazione alla prima Comunione e all'incontro con Cristo.

Visione nr. 245:
La partecipazione all'eucaristia domenicale sta a cuore a tutti i battezati e cresimati.

 

Preparazione alla Prima Comunione durante il Covid

Tema comunità

Viene esposto il significato della comunità cristiana.

I bambini fanno esperienze molto importanti di comunità sia in famiglia che in parrocchia.

"Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro!" Mt 18,20


Una comunità unisce le persone tra di loro. Viene rafforzata dall'esperienza di essere comunità e le dona anche identità
Una comunità influisce sulla nostra vita e dà spazio alle singole persone. Può però anche essere di troppo e togliere il fiato.
Ogni comunità ha qualcosa in comune: antenati in comune, oppure un interesse in comune oppure uno scopo in comune.

Anche la Chiesa è una comunità: unita dalla fede in Gesù Cristo, nasce lì dove le persone condividono vita e fede.
Nessuno crede da solo. Abbiamo bisogno della comunità per sentire parlare della fede, per conoscere la fede, per imparare a viverla e per celebrarla.
La Chiesa è anche chiamata popolo itinerante di Dio, poichè come comunità di fede è in cammino.
Essa ha il compito di essere strumento di Dio: la buona novella deve essere tramandata anche al giorno d'oggi.

Si fa esperienza di Chiesa là dove i cristiani testimoniano la fede, vivono la fede e la celebrano.

Con il Battesimo divento membro della comunità dei cristiani e quindi della Chiesa. I vari momenti del rito del Battesimo esprimono questo dono che è anche un compito. Nella mensa eucaristica (Santa Messa/Comunione) la comunità cristiana riunita è altresì la comunità in Gesù Cristo.

La parola Chiesa deriva dal greco ekklesia e dal latino ecclesia: coloro che sono stati chiamati (da Cristo), l'assemblea di coloro che sono liberi. Questa assemblea comprende sia la Chiesa universale che quella particolare cioè la Diocesi e la comunità parrocchiale.

Pensiamoci un pò:
Chi o che cosa mi viene in mente se sento la parola "Chiesa"?
Dove faccio esperienza di Chiesa?
Che significato ha per me la comunità della Chiesa?
Come vivo la Chiesa?
Che esperienza di Chiesa fanno gli altri attraverso di me?

La famiglia è una comunità moto importante per il bambino.
Prendiamoci un pò di tempo per questa comunità.
Di cosa ha bisogno la nostra famiglia al momento? E di cosa invece non ha bisogno?
Cosa ci fa bene?


In famiglia il bambino si sente accolto e amato.
In questa comunità sente parlare di Dio e ne fa esperienza.
Rituali religiosi possono rafforzare il nostro quotidiano in famiglia  possono dare un significato alla nostra vita.
Quali rituali hanno un valore particolare per la nostra famiglia?

Comunità: spunti per la famiglia

Il mangiare insieme unisce. Mangiando insieme non si condivide solo il cibo, ma anche la parola, ci si comunica e si condivide la vita.

Una famiglia fa esperienza di famiglia in modo particolare insieme a tavola.
Per via dei diversi tempi e orari di lavoro e a scuola, durante la settimana è molto difficile riunirsi insieme a tavola e condividere un pasto.

Un buon proposito potrebbe essere quello di riunirsi a tavola almeno una volta alla settimana, e laddove fosse possibile, magari una volta al giorno.

Durante il periodo del lockdown il mangiare insieme può sostenerci nel ritmo della giornata. La condivisione del pasto può esser d'altro canto anche un'occasione di sfogo per buttare fuori tutto ciò che ci portiamo dentro durante questa pandemia.

Cos ane pensate di giocare insieme?

Forse è di nuovo giunto il tempo di tirare fuori un gioco di società per giocarci in famiglia. Abbiamo un gioco al quale tutti in famiglia possano partecipare?

Giocare insieme infatti favorisce il senso di comunità e insieme ci si diverte.
Certo alcuni giochi sono vere e proprie sfide con vincitori e perdenti. E noi come reagiamo e come ci comportiamo?

I tempi fori dell'anno liturgico come l'Avvento e la Quaresima ci invitano in modo partcolare a ritrovarci insieme in famiglia per pregare, per ascoltare e condividere la parola di Dio.
Ma anche al di fuori dei tempi forti momenti di preghiera in famiglia possono essere di grande valore per la famiglia stessa.

La crisi attuale rende difficile per le famiglie poter frequentare con regolarità la parrocchia e partecipare alla Santa Messa. Perchè quindi non provare a condividere un momento di preghiera in famiglia ispirandosi ai testi della Domenica?

Sul sito della Diocesi trovate alcune idee per la liturgia domestica

https://www.bz-bx.net/it/pregareacasa.html

Proposte per la parrocchia

Specialmente di questi tempi è importante che le famiglie siano luoghi nei quali fare esperienza di comunità. Anche se le Sante Messe vengono celebrate in modalità diverse a causa dell'emergenza covid, la comunità si trova per proclamare e celebrare la propria fede. Ed insieme ringrazia per il bene ricevuto e trova forza per affrontare le sfide del quotidiano.

Si può pensare di celebrare delle Sante Messe coinvolgendo in modo particolare le famiglie.

é importante pensare dove possano sedersi le famiglie in Chiesa.

 

Le norme per evitare il contagio da covid rendono difficile per alcune famiglie, soprattutto se con bambini piccoli, la partecipazione alla Santa Messa.

Ci si può così domandare: nella nostra parrocchia c'è posto per le famiglie? La famiglia può restare seduta insieme, mantenendo le distanze di sicurezza?

Un bel gesto è quello di riservare bancate intere alle famiglie, di modo che possano stare insieme durante la celebrazione.

Soprattutto negli spazi piccoli bisogna calcolare bene il numero di banchi disponibili.

Se il banco riservato alla famiglia dovesse non essere occupato dalla stessa, ci si possono sedere altri parrocchiani.

In un luogo adatto all'interno della Chiesa si può appendere un poster sul quale ogni famiglia può incollare un simbolo.

Si può per esempio disegnare una rete oppure appenderla, un segno che le famiglie sono parte della rete della comunità parrocchiale che le sostiene. Nella rete per esempio si possono appendere o inserire i nomi delle famiglie.

In comunità parrocchiali più piccole si può predisporre per ogni famiglia una candela che la famiglia ha fatto e durante la Santa Messa della Domenica queste candele vengono accese.

Tema Bibbia - Parola di Dio

Le famiglie vengono incoraggiate a leggere la Bibbia e a scoprire la Parola di Dio.

 

 

Nella Bibbia troviamo storie di uomini e donne che hanno fatto esperienza di Dio nella loro vita. Leggiamo così di persone che soffrono, sperano, vengono deluse, dubitano, gioiscono e confidano.... uomini e donne come noi.
Nella Bibbia troviamo testi che ci toccano, ci danno forza per la nostra vita, fiducia, che ci scuotono e che ci ammoniscono, che ci ricordano che siamo preziosi.

Un messaggio si snoda lungo tutti i racconti biblici: Dio è il Dio della vita, che porta salvezza all'uomo.

Nella Bibbia ci sono 72 libri di generi letterari diversi. Vengono suddivisi in Antico e in Nuovo Testamento. L'Antico Testamento contiene il numero maggiore di libri.

Tutti questi libri vengono chiamati Sacra Scrittura.

Siamo convinti che Dio stesso parli a noi uomini attraverso i testi biblici. Noi possiamo scoprire il suo messaggio, la sua parola. Per questo parliamo anche di parola di Dio.

Questa parola la sentiamo e la celebriamo nella Santa Messa. Anche nei vari momenti di preghiera comunitaria al di fuori della Santa Messa ascoltiamo la parola di Dio. Nella Santa Messa vengono annunciati diversi testi sacri: uno dall'Antico Testamento, un Salmo, un passaggio da un'epistola del Nuovo Testamento e un brano del Vangelo. Le letture bibliche sono raccolte nel lezionario.

Attraverso l'annuncio della parola di Dio nella Messa ci ricordiamo che Dio cammina con noi. Così come egli ha accompagnato gli uomini allora così Egli accompagna noi oggi e anche in futuro.

Proposte per la parrocchia

Dopo la lettura il lezionario viene riposto in un posto particolare dove rimane aperto.

I bambini presenti possono deporre in quel luogo una pietra particolare, un cuore di carta, una stella dorata.... Ideale sarebbe informare le famiglie per tempo su questo, di modo che i bambini  a casa preparino ad esempio il cuore di carta da portare poi in Chiesa.

Non tutte le domeniche, ma alcune domeniche particolari i bambini possono compiere questo gesto.

Si possono stampare e mettere a disposizione delle famiglie alcuni spunti biblici che trovate su questo sito.


Soprattutto nella Settimana Santa e nell'Ottava di Pasqua si potrebbe proporre alle famiglie di leggere i testi biblici di questo tempo particolare, anche aiutandosi con gli spunti che verranno messi a diposizione su questo sito.

Tema Battesimo

Si espone il nesso tra Battesimo e Eucaristia.

 

Nel Battesimo celebriamo l'amore di Dio attraverso la Chiesa come comunità di credenti. Celebriamo il si di Dio all'uomo e contemporaneamente la risposta dell'uomo all'amore di Dio. Il Battesimo è il dire di si a Cristo e decidersi di seguirlo. Attraverso il Battesimo la persona viene accolta e introdotta nella comunità con Gesù Cristo e nella comunità della Chiesa.
I battezzati sono chiamati a vivere una vita da cristiani, questa chiamata e questo compito vengono espressi nei vari passaggi del rito del Battesimo.

Battesimo: spunti per casa

Guardate insieme le foto del Battesimo del vostro bambino e raccontategli di quel bel giorno. I bambini infatti ascoltano volentieri i racconti che riguardano la loro vita.

Che cosa c'era di particolare in quel giorno? Cosa vi ricordate in modo particolare?
Chi ha festeggiato insieme a voi quel giorno?
Che significato ha il Battesimo di vostro figlio per voi?
Perchè avete scelto proprio quella madrina e quel padrino?

Un piccolo folder sulla croce e il segno della croce:

folder

Cosa ne pensate di una passeggiata o di una gita alla chiesa nella quale vostro figlio è stato battezzato?
E quando siete lì, raccontategli di quel bel giorno di festa.
Al fonte battesimale potete pregare insieme e benedire il vostro bambino.

Naturalmente questa idea e la sua realizzazione dipendono dall'evolversi della situazione pandemica.

Il segno di croce fatto con l'acqua santa ci ricorda il nostro Battesimo.

Benedite i vostri figli per esempio con queste parole: "Dio ti benedica e ti protegga" e fategli un segno della croce in fronte.

Trovate spunti in merito nel folder 

Proposte per la parrocchia

Si può pensare di travasare in piccole bottigliette di vetro l'acqua Santa benedetta nella Veglia di Pasqua e metterla così a disposizione dei fedeli la Domenica di Pasqua.

Soprattutto le famiglie dei bambini che si preparano alla Prima Comunione possono venire incoraggiate a fare questo e magari a parlare in famiglia del proprio Battesimo aiutandosi con il flyer sul tema della benedizione

flyer benedizione

Tema Eucaristia - Comunione

I bambini vengono introdotti all'Eucaristia.

Viene spiegata loro l'importanza di questa Festa che è un incontro con Gesù e con gli altri.

Nelle varie parti della Santa Messa viviamo questo mistero.

Informazioni e suggerimenti a riguardo della preparazione alla Prima Comunione

La preparazione alla prima comunione e il post-comunione sono nelle mani della parrocchie. Attraverso questo percorso avviene anche un'introduzione alla vita cristiana e un inserimento nella comunità.

Per una buona riuscita della preparazione alla prima comunione e per riuscire a lavorare bene, è opportuno che ci sia un gruppo di catechisti e catechiste parrocchiali che si occupino di questo percorso. Essi vengono sostenuti ed accompagnati dai parroci e sacerdoti per quanto riguarda la formazione e la progettazione del percorso.

A livello di unità pastorali è auspicabile che si formi la commissione per la preparazione ai sacramenti che sostiene in vario modo il lavoro dei catechisti e delle catechiste parrocchiali.

Gli incontri di informazione con i genitori sono un elemento molto importante nella preparazione alla Prima Comunione e al Sacramento della riconciliazione. Il fulcro è l'accompagnamento dal punto di vista dei contenuti di fede, mentre le questiioni di tipo organizzativo sono altresì importanti, ma secondarie.
 
Possibili temi per questi incontri possono essere:

  • l'educazione religiosa dei bambini
  • scopo, metodi e compiti della preparazione alla Prima Comunione
  • in Gesù riconosciamo il volto di Dio
  • perdono e riconciliazione celebrare insieme l'Eucaristia
  • celebrare insieme l'Eucaristia
  • cosa festeggiamo alla Prima Comunione?
  • i sacramenti
  • pregare
  • raccontami di Gesù - narrare i testi biblici ai bambini
  • la Parola di Dio
  • la nostra Chiesa parrocchiale

l'accompagnamento dei genitori continua ad essere una dimensione fondamentale della catechesi dei Sacramenti. Qui si può anche pensare di coinvolgere i nonni e anche i padrini e le madrine in icontri a loro appositamente dedicati.

La parrocchia è responsabile per la catechesi dei sacramenti.

Le parrocchie collaborano a livello di unità pastorali e di pastorale cittadina per poter sfruttare al meglio le risorse e rafforzare così la vita della comunità locale.

A livello di unità pastorale  è necessaria una commissione per la catechesi dei sacramenti. Essa viene istituita dal consiglio pastorale unitario eha i seguenti compiti:

  • elaborare un programma di catechesi dei sacramenti
  • determinare i punti salienti della catechesi (numero  e contenuti degli incontri, numero e contenuti delle riunioni con i genitori, progetti da portare avanti e celebrazioni liturgiche, collaborazione a livello di unità pastorale)
  • coordinare la catechesi dei sacramenti a livello di unità pastorale o di pastorale cittadina (data della Cresima, inizio del percorso di preparazione alla Cresima, data della Prima Comunione, inizio del percorso di preparazione alla Prima Comunione, domeniche per celebrare i Battesimi, incontri di preparazione al Battesimo)
  • presentare il programma con i suddetti punti al consiglio pastorale unitario, composto dai rappresentanti delle parrocchie) di modo che venga approvato dallo stesso.

Il numero dei mebri della comissione dipende dall'estentione dell'unità pastorale.  Ogni commissione per la catechesi sarà composta da:

  • il responsabile dell'unità pastorale
  • almeno un membro del consiglio pastorale unitario
  • una catechista per parrocchia
  • oppure la responsabile per la catechesi nel consiglio parrocchiale.

 
Per la realizzazione pratica del progetto è consigliabile che in ogni parrocchia si formino gruppi di lavoro per la catechesi del Battesimo, della Cresima e della Prima Comunione. 

 Per la realizzazione pratica del progetto è consigliabile che in ogni parrocchia si formino gruppi di lavoro.

I compiti dei gruppi di lavoro sono:

  • realizzare nelle parrocchie il progetto della catechesi della Prima Comunione
  • racccogliere le esperienze fatte e riflettere sulle stesse riportandole nel consiglio parrocchiale
  • essere corresponsabili nella preparazione e nello svolgimento dei momenti liturgici
  • chiarire le domande di tipo organizzativo e informare i genitori
  • Del gruppo di lavoro fanno parte:
  • il parroco (o una persona da lui incaricata)
  • un membro del consiglio parrocchiale
  • catechisti/e 
  • altri collaboratori

é  utile che il gruppo lavori insieme per alcuni anni di modo da garantire una certa continuità nell apreparazione alla Prima Comunione.

In alcune parrocchie c'è l'usanza di pregare per i bambini che si preparano alla Prima Comunione e le loro famiglie. Al termine della Messa domenicale per esempio i parrocchiani estraggono da un cestino un foglietto con il nome di un bambino. Questo può avvenire sia nell'anonimato ma si possono anche comunicare ai bambini nomi di coloro che pregano per loro. La comunità nella fede trova una sua espressione profonda nella comunione di preghiera.

La catechesi dei Sacramenti si svolge in parrocchia. Può essere utile e di aiuto coinvolgere in determinati momenti gruppi parrocchiali come per esempio quello dei chirichetti.

per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Ufficio scuola e catechesi

Piazza Duomo 2
39100 Bolzano
Tel. +39 0471 306 205 (scuola e IRC)
Tel. +39 0471 306 352 (catechesi)

E-mail scuola e IRC: schule.scuola(at)bz-bx.net
E-mail catechesi: katechese.catechesi(at)bz-bx.net