visualizzare il contenuto principale

Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2022

Domenica 25 settembre 2022

 

Nella Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato di DOMENICA 25 SETTEMBRE, non ci sarà la tradizionale ‘Messa multilingue’, ma si invitano tutte le Parrocchie a valorizzare la presenza di immigrati sul territorio, specialmente i cristiani cattolici che già partecipano alle celebrazioni, valorizzandone in questa occasione, i riti e le lingue, i canti e le particolarità che possono arricchire la Liturgia. Potrebbe essere un’occasione per conoscersi meglio, rinsaldare i legami, pregare per i loro Paesi d’origine, presentarli alla Comunità parrocchiale.

 

Se la Parrocchia già ospita alcuni gruppi, sarebbe molto importante mettersi d’accordo con i sacerdoti che durante l’anno assicurano le celebrazioni ‘in lingua’.

Anche per dare visibilità e concretezza al “CON I MIGRANTI” auspicato dal Papa nel suo Messaggio.


Costruire il futuro con i migranti e i rifugiati

Cari fratelli e sorelle!

Il senso ultimo del nostro “viaggio” in questo mondo è la ricerca della vera patria, il Regno di Dio inaugurato da Gesù Cristo, che troverà la sua piena realizzazione quando Lui tornerà nella gloria. Il suo Regno non è ancora compiuto, ma è già presente in coloro che hanno accolto la salvezza. «Il Regno di Dio è in noi. Benché sia ancora escatologico, sia il futuro del mondo, dell’umanità, allo stesso tempo si trova in noi».

    Origini della Giornata, evoluzione e cambiamenti

    Per volere di Papa Francesco, dal 2019 l’ultima Domenica di Settembre viene celebrata in tutta la Chiesa cattolica la GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO. Nel 2020 è stata il 27 settembre.

    A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, non si è celebrata la tradizionale “Messa multilingue”, che dal 2006 al 2019 ha visto riunirsi attorno al Vescovo o al Vicario fedeli di varia nazionalità, nelle seguenti Parrocchie di Bolzano: Regina Pacis, Duomo-San Domenico, S. Maria in Augia.

    • Messa multilingue presieduta dal Vescovo Ivo Muser. Qui il testo dell'omelia.
    • Il messaggio del Papa 2020 è stato dedicato alla drammatica realtà degli SFOLLATI INTERNI – e non solo. Qui il testo integrale.
    • La celebrazione ‘multilingue’ del 2019 con il neo-vescovo Michele Tomasi
    • Il Dicastero Vaticano per lo Sviluppo Umano Integrale: materiali in varie lingue

    Dal 2006 al 2018 questa giornata si celebrava nella seconda domenica dopo l’Epifania, come appuntamento annuale che ha sostituito e reso ‘mondiale’ quello che per molti decenni è stato nazionale: sottolineava infatti l’enorme emigrazione italiana verso l’estero.