visualizzare il contenuto principale

Celebrare assieme l'avvento e il Natale

"Dio è vicino - celebrare insieme l'Avvento e il Natale": con questo motto 11 associazioni ecclesiali e la Diocesi offrono una raccolta di impulsi e azioni. Lungo le settimane dell'Avvento e nel tempo di Natale vengono proposti eventi online, impulsi biblici, suggerimenti per la festa di san Nicolò, aiuti per le celebrazioni domestiche e in chiesa e altro ancora.

Sulla base del messaggio biblico delle domeniche e dei festivi, l‘azione "Dio è vicino" ruota attorno alla vicinanza di Dio alle persone e alla vicinanza interpersonale. L’iniziativa mette al centro l‘attenzione, strade nuove e diverse, le cose piccole e poco appariscenti, la capacità di sorprendere.

"Dio è vicino" è un progetto di cooperazione della Diocesi con 11 associazioni e organizzazioni ecclesiali: VKM-Federazione della musica sacra, KFS-Federazione delle famiglie cattoliche, Jungschar, KFB-Movimento femminile cattolico, Pastorale Giovanile, Young Caritas, Azione Cattolica, SKJ-Gioventù cattolica altoatesina, KMB-Movimento maschile cattolico, KVW-Associazione cattolica dei lavoratori e Haus der Familie.

Dio è vicino: attività, iniziative e suggerimenti

Suggerimenti e attività per il periodo dell’Avvento


Per bollettini parrocchiali, bacheche, homepage, ecc.: elementi grafici del progetto "Dio è vicino"

Il seguente materiale grafico può essere utilizzato dalle parrocchie e dalle associazioni ecclesiali della diocesi di Bolzano-Bressanone gratuitamente.

Prima domenica di Avvento: Attenti gli uni agli altri, Dio è vicino

Fratelli, il Signore vi faccia crescere e sovrabbondare nell’amore fra voi e verso tutti, come sovrabbonda il nostro per voi, per rendere saldi i vostri cuori e irreprensibili nella santità, davanti a Dio e Padre nostro, alla venuta del Signore nostro Gesù con tutti i suoi santi. Amen.

(1Ts 3,12-13 = estratto dalla 2. lettura 1Ts 3,12 – 4,2)

 

Si vive una volta sola. Dovremmo, pertanto, esserne consapevoli e non sprecare il tempo. La vita giunge a compimento là dove siamo attenti gli uni agli altri. Perché Dio abita nell'amore.

Seconda domenica di Avvento e S. Nicolò: Cambiare passo, Dio è vicino

Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato; le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate. Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.

(Lc 3,4-6 = estratto dal Vangelo Lc 3,1-6)

 

Le strade si fanno camminando. Possiamo preparare la via del Signore percorrendo fin d'ora i suoi sentieri: i sentieri diritti della giustizia, i sentieri retti della verità, i sentieri semplici dell'umiltà, i sentieri generosi del perdono e della misericordia. I cristiani dovrebbero essere riconosciuti dal loro cammino: camminano in modo diverso, con un passo in qualche modo più lieve.

Terza domenica di Avvento: Rallegratevi, Dio è vicino

Rallègrati, figlia di Sion, grida di gioia, Israele, esulta e acclama con tutto il cuore, figlia di Gerusalemme! Il Signore, tuo Dio, in mezzo a te è un salvatore potente. Gioirà per te, ti rinnoverà con il suo amore, esulterà per te con grida di gioia.

(Sof 3,14.17 = estratto dalla 1. lettura Sof 3, 14–17 (14–18a)

 

La gioia è più di un divertimento o di un momento allegro. La gioia è anche più di un sentimento: è la certezza grata e liberata che la mia vita è sostenuta e abbracciata da Dio. Questa gioia cambia la nostra vita, ci rende persone diverse. Ci rende facile fare del bene.

Quarta domenica di Avvento: Nulla è troppo piccolo, Dio è vicino

Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me?

(Lc 1,41-45 = estratto dal Vangelo Lc 1,39-45)

 

Niente è troppo piccolo per Dio. Al contrario, se vuoi vedere Dio, devi guardare i piccoli, i poco appariscenti, i reietti, gli emarginati della società. Dio ci sfida a mettere in discussione i nostri sogni e le nostre idee di grandezza.

Natale e tempo di natale: Lasciati sorprendere, Dio è vicino

L’angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia».

(Lc 2,10-12 = estratto dal Vangelo Lc 2,1-14)

 

Il Natale è una grande sorpresa. Non è una celebrazione del "sempre uguale", ma la celebrazione del sorprendentemente nuovo. Siamo invitati ad essere aperti al nuovo, all'ignoto e all'insolito. Osiamo uscire dalla consuetudine!

Solennità della S. Famiglia: Accogli la sfida, Dio è vicino

Non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme. Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte. Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.

(Lc 2, 45-50 = estratto dal Vangelo Lc 2,41-52)

 

Dio ingarbuglia il nostro mondo. Molte cose del modo in cui ci siamo organizzati nel mondo non corrisponde al piano di Dio. I giovani hanno spiccata capacità di percepire tutto questo e spesso ce lo fanno notare in modo piuttosto sgarbato. Dio è davvero presente e ce ne accorgiamo quando la nostra vita quotidiana viene confusa e messa alla prova.

Epifania del Signore: Dio si fa trovare. È già presente

Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. 10Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra.

(Mt 2,9-11 = estratto dal Vangelo Mt 2,1-11)

 

Chi cerca trova la strada. La fede non significa possedere, ma cercare e rimanere in cammino. Dio può essere trovato, ma lui stesso ci rimanda su altri sentieri. Lui è con noi quando lo cerchiamo.

Battesimo del Signore: Inviati nella vita. Dio è vicino

Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì 22e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: "Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento".

(Lc 3,21-22 = estratto dal Vangelo Lc 3,15-16.21-22)

 

Dio è con te. Tu sei il suo figlio prediletto. Per questo puoi e devi portare il suo amore al mondo. Lo Spirito di Dio ti libera perché tu possa vivere in pienezza.