visualizzare il contenuto principale

Elezioni dei Consigli pastorali parrocchiali 2021


La Chiesa di Cristo viene costruita dal Signore stesso con “pietre vive” (1Pt 2,5). Tramite il battesimo tutti i cristiani partecipano al triplice ufficio sacerdotale, profetico e regale di Cristo. Il Consiglio pastorale parrocchiale è espressione di questa comune chiamata. Per mezzo delle elezioni del Consiglio pastorale parrocchiale, i membri della comunità parrocchiale ne determinano la composizione. In questo modo esprimono la loro corresponsabilità e mostrano il loro apprezzamento per l’impegno di coloro che si sono dichiarati disponibili a far parte del Consiglio pastorale parrocchiale.

Elezioni CPP... in breve

La preparazione delle elezioni dei CPP... passo dopo passo!

Parrocchie multilingui

Le elezioni dei CPP: un'opportunità per proseguire sulla via della cooperazione...

Il CPP... sulla linea di partenza!

Una piccola guida per affrontare il "dopo elezioni"...

Il regolamento

Elezioni dei Consigli pastorali 2021

Qui trovate il regolamento delle elezioni dei CPP 2021 in formato PDF da scaricare.

Materiali e tracce liturgiche

Suggerimenti per il bollettino parrocchiale e la liturgia

Qui trovate materiali per il bollettino e la bacheca parrocchiali, nonché delle tracce per la liturgia.

Convegno di novembre: il volontariato ecclesiale

"Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date". Convegno sul volontariato nella Chiesa.

1. Vorrei candidarmi per il Consiglio pastorale parrocchiale, come?

Per presentare la sua candidatura prenda contatto con il suo parroco o con il/la presidente del Consiglio pastorale della sua parrocchia.

2. Chi sono i delegati, da quali ambiti provengono e qual è la loro legittimità?

In base ad una risoluzione del sinodo diocesano, il Consiglio pastorale parrocchiale, oltre ai membri eletti, è composto anche da delegati. Si tratta di rappresentanti di alcune aree pastorali (associazioni cattoliche, catechesi, ambito caritativo, movimenti, ...) o di congregazioni religiose e si aggiungono al nuovo CPP senza passare attraverso un’elezione. Il loro numero e il loro ambito di provenienza sono determinati dal Consiglio pastorale parrocchiale uscente. Essi rappresentano fino alla metà dei membri del nuovo Consiglio pastorale parrocchiale. La loro appartenenza al CPP è legittimata dal loro essere stati eletti e nominati dall’associazione o area di provenienza.

3. Qual è la differenza fra membri delegati e cooptati?

Mentre il numero di delegati da nominare è determinato dal Consiglio pastorale parrocchiale uscente e i nomi dei delegati sono annunciati alla parrocchia prima delle elezioni, il Consiglio pastorale neo-eletto ha la facoltà di cooptare altre persone, che entrano a far parte del CPP senza passare attraverso le elezioni. Si tratta di persone che hanno competenze particolari e che per vari motivi non entrano nel Consiglio pastorale parrocchiale per elezione.

4. Come si compone il Consiglio pastorale parrocchiale in parrocchie plurilingui?

In parrocchie plurilingui, il Consiglio pastorale parrocchiale uscente decide la composizione etnica del Consiglio pastorale successivo. Se il consiglio parrocchiale uscente è composto da due sezioni, esse si riuniscono insieme per determinare tale composizione. Approssimativamente, la composizione del consiglio parrocchiale nelle parrocchie plurilingui dovrebbe riflettere la struttura etnica della parrocchia, tenendo conto delle circostanze locali.

5. Si deve formare dopo le elezioni un team pastorale in tutte le parrocchie?

I team pastorali vengono gradualmente introdotti in tutte le parrocchie della diocesi di Bolzano-Bressanone. Dove il team pastorale venga costituito per la prima volta, ciò deve avvenire in accordo e in collaborazione con l’Ufficio pastorale diocesano. Laddove vi sia già un team pastorale, questi viene nuovamente costituito nel corso della riunione costituente del neo-eletto CPP.

6. Si devono tenere le elezioni anche se vi sono candidati in numero solo sufficiente per il CPP?

Le elezioni dovrebbero svolgersi in ogni caso, anche se il numero dei candidati non dovesse superare, o dovesse superare solo di poco, il numero dei posti disponibili. Esse sono un’importante testimonianza del fatto che il Consiglio pastorale parrocchiale rappresenta la comunità ed è da essa incaricato. Tramite le elezioni si esprime l’interesse della comunità per il lavoro del consiglio pastorale parrocchiale; in esse si mostra se i candidati proposti godono del sostegno e della stima dei fedeli.

Giovani nel Consiglio pastorale parrocchiale

Il 25 maggio 2021 alle ore 20 si è tenuta una videoconferenza sul tema "giovani nel Consiglio pastorale parrocchiale". La videoconferenza è stata organizzata da Arbeitsgemeinschaft der Jugenddienste, YoungCaritas, SKJ, Jungschar, Azione Cattolica, l'Ufficio Matrimonio e Famiglia e l'Ufficio Pastorale della Diocesi di Bolzano-Bressanone. Dopo un'introduzione, i partecipanti sono stati invitati a riflettere in piccoli gruppi sul ruolo dei giovani nel Consiglio pastorale parrocchiale, anche in vista delle imminenti elezioni.

È DISPONIBILE QUI UNA RELAZIONE SULL'INCONTRO

Contatto

Giuseppe Ganarini
Responsabile parrocchie e comunità | Segreteria del vescovo
Piazza Duomo 2
I-39100 Bolzano

Tel. +39 0471 306 214
E-Mail giuseppe.ganarini@bz-bx.net

Il Consiglio pastorale parrocchiale - brevi cenni

Il 3 dicembre 1972 si tennero in Alto Adige le prime elezioni dei Consigli pastorali parrocchiali. Tutto ciò era stato reso possibile dal Sinodo diocesano (1970 - 1973). Seguirono le elezioni del 1975. Da allora i Consigli pastorali parrocchiali si rinnovano ogni cinque anni.

Il Concilio Vaticano II ha sottolineato in particolare la chiamata di tutti i battezzati a sostenere attivamente la missione e il compito della Chiesa e ad assumervi responsabilità: tramite l'impegno sociale, la trasmissione della fede, l'insegnamento e l'annuncio, nonché la cura della liturgia e della vita parrocchiale. I membri del Consiglio pastorale rendono visibile la responsabilità comune di tutti i battezzati. Sono rappresentanti eletti della comunità parrocchiale e s'impegnano affinché la missione e il compito della Chiesa si realizzino concretamente nella comunità.